I COMUNI
  

Cerimonia di premiazione del Concorso “Tante lingue, una sola Europa”




 

 

Cerimonia di premiazione del Concorso “Tante lingue, una sola Europa” (concorso di traduzione promosso da Europe Direct Frosinone per la Giornata europea delle lingue 2017)  

“Dal Programma Erasmus + al Corpo Europeo di Solidarietà. L’Europa punta sui giovani” è il titolo della manifestazione svoltasi nella mattinata dell’11 dicembre 2017 presso il Salone di rappresentanza della Provincia di Frosinone e promossa da Europe Direct Frosinone (il Centro di informazione europea ospitato dalla Provincia di Frosinone ed appartenente alla rete gestita dalla Commissione europea).


L’evento, dedicato al mondo della scuola, è stato organizzato per premiare gli studenti vincitori della 9^ edizione del Concorso “Tante lingue, una sola Europa”, un’iniziativa ideata da Europe Direct Frosinone con l’intento di un fattivo contributo alle celebrazioni legate alla “Giornata Europea delle Lingue”, che si tiene ogni anno il 26 settembre ed è stata istituita dal Consiglio d'Europa e dalla Commissione europea per valorizzare la diversità culturale e linguistica del nostro continente ed incoraggiare le persone di tutte le età ad apprendere le lingue.

Il concorso” Tante lingue, una sola Europa” mira a rafforzare il ruolo chiave della scuola nell’aprire le menti degli studenti al recepimento delle priorità strategiche fissate dall’UE nel campo dell’istruzione e della formazione e, quindi, a promuovere, sviluppare e coltivare nei giovani una propensione allo studio delle lingue, come passo fondamentale per acquisire capacità e competenze utili per il loro futuro formativo e professionale.



Un obiettivo specifico è quello di conformarsi agli orientamenti della Commissione europea in merito
all’opportunità di “rivalutare, nell'apprendimento delle lingue, l'uso della traduzione come strumento di mediazione tra lingue diverse”, considerato che quello della traduzione e dell’interpretariato e un settore che offre infinite possibilità e che e in continua crescita in Europa.

Al tempo stesso ci si prefigge di contribuire a stimolare l’interesse dei giovani partecipanti nei confronti dell’Unione europea, impegnandoli in riflessioni che li rendano sempre più consapevoli dell’approccio globale ed integrato alle politiche giovanili adottato dall’UE con l’obiettivo di far fronte alle aspettative delle nuove generazioni e, allo stesso tempo, incoraggiarle a dare un contributo alla società, sviluppando un nuovo senso di appartenenza all’UE e di cittadinanza attiva.


Ancora una volta le scuole della provincia di Frosinone hanno aderito con entusiasmo all’invito loro rivolto loro di partecipare all’annuale gara di traduzione e commento, riservata agli studenti regolarmente iscritti e frequentanti, per l’anno scolastico 2017 - 2018, le ultime classi (quarte e quinte) degli Istituti Secondari di II grado della provincia di Frosinone.

All’edizione 2017 del concorso, inserita tra leinnumerevoli e variegate iniziative organizzate in Italia e in Europa per la Giornata europea delle lingue e svoltasi nel pomeriggio di martedì 26 settembre, hanno partecipato 188 studenti provenienti da 18 istituti del territorio provinciale:

I.S. “Tulliano” di Arpino;   

Liceo Scientifico “F. Severi” di Frosinone;

Liceo Scientifico “L. Da Vinci” di Sora;

I.I.S. “L. Pietrobono” di Alatri;

Liceo Scientifico Statale “G. Sulpicio” di Veroli;

Liceo Scientifico “G. Pellecchia” di Cassino;

I. S. “M. T. Varrone” di Cassino;

I. S. “N. Turriziani” di Frosinone;

I.I.S "Pertini" di Alatri;

I.I.S. Ceccano;

I.I.S. "Simoncelli" di Sora;

ITCG Medaglia d’Oro di Cassino;

I.I.S. “Alighieri” di Anagni;

ITIS "E. Majorana” di Cassino;

I.I.S. “Filetico” di Ferentino;

I.I.S. “Bragaglia” di Frosinone;

I.I.S “A. Volta” di Frosinone. 

I candidati sono stati chiamati a tradurre un testo dall’italiano all’inglese o francese o spagnolo (scelta a discrezione dello studente) e, successivamente, a commentare, in un breve passo in italiano, l’argomento oggetto del testo proposto, esprimendo proprie considerazioni e mettendo, così, in evidenza la propria percezione dell’UE e la consapevolezza della propria identità di cittadino europeo.

Dal programma Erasmus al Corpo europeo di solidarietà: opportunità per giovani europei: questo il titolo del brano sottoposto quest’anno ai giovani partecipanti.


L’argomento prescelto era legato ad argomenti di stretta attualità in materia di politiche giovanili messe in campo dall’UE: il trentennale del programma Erasmus, che ha avuto il merito di creare una generazione aperta alla conoscenza delle sfide europee e globali,e la recente istituzione dell’ESC (European Solidarity Corps) uno strumento che consente ai giovani tra i 18 e i 30 anni di accedere a nuove opportunità per dare un contributo importante alla società in tutta l'UE e per acquisire un'esperienza inestimabile e competenze di grande valore all'inizio della loro vita lavorativa. L’aspetto su cui si è posta maggiormente l’attenzione e sul quale si è inteso, soprattutto, stimolare le riflessioni degli studenti è quello relativo agli strumenti che favoriscono la mobilità giovanile e gli scambi di esperienze all’interno dell’Unione europea, all’interesse dei candidati verso tali opportunità e, più ingenerale, nei confronti dell’attualità dell’europea e delle forme di partecipazione al dibattito sulle politiche dell'UE in materia di gioventù.



Al termine delle procedure di valutazione sono risultati
aggiudicatari dei tre premi previsti dall’art. 8 del bando di concorso (consistenti in somme di denaro così distribuite: € 450,00 per il primo classificato; € 350,00 per il secondo classificato; € 200 per il terzo classificato) i seguenti studenti:

1ˆclassificato: FERRI Davide della classe V C del L. Scientifico “L. Da Vinci” di Sora;

2ˆclassificato:  DEL VECCHIO Matteo della classe IV D  del L. Scientifico “L. Da Vinci” di Sora;

3ˆclassificato: DE SANTIS Riccardo della classe IV E del L. Scientifico di Ceccano.

La cerimonia di premiazione si è svolta, appunto, l’11 dicembre nell’ambito di un evento di più ampio respiro nel corso del quale sono stati proposti interessanti punti di approfondimento sulle tematiche trattate nel testo sottoposto ai candidati. All’evento hanno partecipato numerosi studenti e docenti, provenienti dai vari istituti scolastici che hanno partecipato al concorso.

La dott.ssa Fabiana di Carlo, intervenuta in rappresentanza dell’Agenzia Nazionale Giovani, ha curato, in particolare, la trattazione delle iniziative “Servizio Volontario europeo” e “Corpo Europeo di solidarietà” ed ha soddisfatto le curiosità dei giovani presenti su come poter usufruire concretamente di queste e di altre interessanti opportunità messe loro a disposizione dall’Unione europea.


Un ampio spazio è stato dedicato all’intervento del primo classificato, Davide Ferri, del L. Scientifico “L. Da Vinci” di Sora, che ha dato prova del suo straordinario bagaglio culturale e di una singolare maturità con una relazione imperniata sulla sua personale concezione della dimensione europea dell’istruzione, alla luce della necessità di integrazione tra politiche nazionali e comunitarie, nonché sulla contrapposizione tra il concetto di nazionalismi e quello di internazionalismo, in un periodo storico contrassegnato, tra l’altro, dal recente episodio della Brexit.

A seguire, un approfondimento sulle tematiche del federalismo europeo, a cura di  Mario Leone, Segretario del M.F.E (Movimento Federalista Europeo) Lazio/Vice direttore  dell’Istituto Studi Federalisti “Altiero Spinelli”, invitato per la presentazione del libro “La mia solitaria fierezza”, dedicato ad Altiero Spinelli, un volume basato sui documenti, inediti, del confino politico a Ponza e Ventotene custoditi presso l’Archivio di Stato di Latina.

Oltre alla consegna delle targhe e dei premi ai tre vincitori, il cerimoniale di premiazione ha previsto anche la consegna attestati di partecipazione e gadget a tutti i partecipanti all’edizione 2017 del Concorso “Tante lingue, una sola Europa”. 

Ad animare l’evento L'Ensemble del corso del Liceo di Ceccano, con l’esecuzione dell’’Inno alla gioia (la  Nona Sinfonia di Ludwig Van Beethoven che costituisce l’inno ufficiale dell’Unione europea) e di brani musicali che hanno fatto da gioiosa cornice all’evento, contribuendo a creare un’atmosfera di festa, adatta allo spirito della cerimonia di premiazione e delle festività natalizie, ormai alle porte. 



"La Provincia
 e lo Europe Direct Frosinone – ha spiegato il Presidente Pompeo -  ringraziano tutte le scuole che hanno aderito all’iniziativa, dimostrando ancora una volta una spiccata propensione a coltivare la dimensione “europea” dell’istruzione, nonché gli studenti che hanno preso parte alla competizione rivelando, nella maggior parte dei casi,  attraverso i contenuti delle loro elaborati, un forte senso di appartenenza all’Unione europea ed interesse ad approfondire la conoscenza dell’”Europa dei diritti e delle opportunità”.

 

VIDEO DELLA CERIMONIA REALIZZATO DAL TG24  

 Frosinone, 11 dicembre 2017 

 

     





  © Copyright Provincia di Frosinone - P.zza A. Gramsci, 13 - 03100 Frosinone - tel. 0775.2191                                                      web engineering Real Virtual
   Sito ottimizzato per 1024x768                                                                                                                                                           Visitatori:949730