I COMUNI
  
Icona

Un bando regionale che prevede incentivi per gli APICOLTORI


Il contributo finanziabile previsto per la sottoazione b.2 “Indagini sul campo finalizzate all’applicazione di strategie di lotta alla varroa, caratterizzate da basso impatto chimico sugli alveari; materiale di consumo per i campionamentiè di € 12.460,00 e l’intensità degli aiuti è pari al 100%.

Finalità
Questa sottoazione si prefigge l’obiettivo di verificare nuove strategie di lotta alla varroa caratterizzate da basso impatto chimico sugli alveari e di favorire le condizioni di trattamento degli alveari stessi, incentivando interventi di tipo preventivo ed alternativi alla lotta chimica a forte impatto ambientale, mediante una razionalizzazione del processo di lotta e di controllo della varroa.

A tal fine vanno realizzati adeguati rilievi applicando i protocolli definiti.

La scelta delle strategie di lotta deve tenere conto dei fattori di seguito elencati:

- la valutazione dell’efficacia dei diversi metodi di lotta applicati alle condizioni di allevamento regionale;

- il rischio di comparsa di fenomeni di resistenza della varroa ai principi attivi impiegati;

- l'inquinamento ambientale che può derivare dall'uso di alcuni principi attivi;

- la presenza di fattori interferenti con l’efficacia acaricida (es. quantità di covata, temperatura ambientale, periodo di trattamento, etc.).

Presentazione della domanda

Ai fini dell’attuazione della sottoazione b.2, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana (di seguito I.Z.S.) deve presentare la domanda utilizzando il modello predisposto dall’AGEA.

Il modello di domanda è scaricabile direttamente dal portale SIAN, indirizzo internet www.sian.it.

La domanda, corredata della documentazione indicata nel bando, dovrà pervenire alla Regione Lazio – Direzione Regionale Agricoltura, Caccia e Pesca – Area Produzioni Agricole e Zootecniche, Trasformazione, Commercializzazione e Diversificazione delle attività agricole – via del Serafico, 107 - 00142 ROMA, entro quindici giorni dalla ricezione della presente Determinazione Dirigenziale.

La domanda dovrà pervenire, in unica copia, esclusivamente secondo le seguenti modalità:

a) in busta chiusa, tramite posta, unicamente a mezzo raccomandata A.R. In tal caso, ai fini della valutazione del rispetto dei termini per la presentazione dell’istanza fa fede la data del timbro postale.

La domanda deve essere precedentemente sottoscritta dal richiedente e corredata della fotocopia di un documento di identità/riconoscimento del sottoscrittore, in corso di validità, ai sensi dell’articolo 38 del D.P.R. n. 445/2000.

Sulla busta di invio della domanda deve essere apposta la dicitura: “Reg. CE 1234/2007 - Miglioramento della produzione e commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura - Sottoprogramma Regione Lazio - Annualità 2014-2015”.

b) mediante consegna a mano presso il “Servizio Accettazione e Spedizione” della Regione Lazio della sede di via del Serafico, 107 00142 – ROMA. In tal caso la data di ricezione della domanda fa fede ai fini del rispetto dei termini di presentazione dell’istanza.

Anche in questo caso sulla busta deve essere apposta la
medesima dicitura indicata alla precedente lettera a).

Nel caso in cui la domanda perverrà oltre i termini stabiliti, e/o con modalità di invio o di presentazione differenti da quanto sopra esplicitato sarà dichiarata irricevibile.

Danilo Magliocchetti
Consigliere Delegato alle Politiche Agricole        



Copia del Bando




  © Copyright Provincia di Frosinone - P.zza A. Gramsci, 13 - 03100 Frosinone - tel. 0775.2191                                                      web engineering Real Virtual
   Sito ottimizzato per 1024x768                                                                                                                                                           Visitatori:974720