I COMUNI
  
Icona

FAQ n. 2


Domanda n. 2:

Il Presidente della Provincia ed il consiglio Provinciale e' eletto dai sindaci e dai consiglieri comunali dei comuni della provincia con voto diretto, libero e segreto, attribuito, in un unico collegio elettorale corrispondente al territorio della provincia.

Quante preferenze può esprimere ciascun elettore?

Risposta al quesito n. 2

La legge 56/2014 prevede che:

L'elezione del Presidente avviene sulla base di presentazione di candidature, sottoscritte da almeno il 15 per cento degli aventi diritto al voto.

E' eletto Presidente della Provincia il candidato che consegue il maggior numero di voti, sulla base della ponderazione di cui ai commi 33 e 34. In caso di parita' di voti, e' eletto il candidato piu' giovane.

Il consiglio provinciale, composto per la nostra provincia da 12 consiglieri, e' eletto dai sindaci e dai consiglieri comunali dei comuni della provincia. Sono eleggibili a consigliere provinciale i sindaci e i consiglieri comunali in carica.

Ciascun elettore esprime un voto, che viene ponderato ai sensi dei commi 32, 33 e 34. Ciascun elettore puo' esprimere, inoltre, nell'apposita riga della scheda, un voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere provinciale compreso nella lista, scrivendone il cognome o, in caso di omonimia, il nome e il cognome; il valore del voto e' ponderato ai sensi dei commi 32, 33 e 34.

Tutto ciò premesso:

ad ogni elettore sarà consegnata:

1) una scheda colorata per l'elezione del Presidente della Provincia. Il colore della scheda dipende dalla fascia del comune di appartenenza dell'elettore. Sulla scheda potrà essere espressa una sola preferenza. Più preferenze che rendessero impossibile determinare la volontà dell'elettore renderanno la scheda nulla.

2) una scheda, dello stesso colore di quella precedente, per l'elezione del consiglio provinciale. Il colore della scheda dipende sempre dalla fascia del comune di appartenenza dell'elettore. Sulla scheda potrà essere espressa:

• una sola preferenza ad una delle liste concorrenti. il valore del voto e' ponderato ai sensi dei commi 32, 33 e 34.
• Inoltre puo' esprimere, nell'apposita riga della scheda, un voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere provinciale compreso nella lista, scrivendone il cognome o, in caso di omonimia, il nome e il cognome; il valore del voto e' ponderato ai sensi dei commi 32, 33 e 34.

Quindi per l'elezione del consiglio ogni elettore può esprimere due voti, uno per una delle liste concorrenti e uno per uno dei candidati della lista prescelta.

In fase di scrutinio le schede nelle quali la volontà dell’elettore circa il voto di lista si è manifestata in modo non univoco saranno ritenute nulle.

In fase di scrutinio le schede nelle quali la volontà dell’elettore circa il voto di preferenza si è manifestata in modo non univoco saranno ritenute nulle per l'assegnazione delle preferenze.

In fase di scrutinio le schede nelle quali e certa la volontà dell’elettore circa il voto di lista ma il voto di preferenza si è manifestato in modo non univoco sarà ritenuto valido il voto di lista e nullo il voto di preferenza.


 

 





  © Copyright Provincia di Frosinone - P.zza A. Gramsci, 13 - 03100 Frosinone - tel. 0775.2191                                                      web engineering Real Virtual
   Sito ottimizzato per 1024x768                                                                                                                                                           Visitatori:982991