I COMUNI
  

Lettera del Presidente POMPEO ai SINDACI
Comunicato stampa del 10/03/2020




 Caro sindaco, 

le nuove disposizioni, emanate nella serata di ieri dal Presidente del Consiglio dei Ministri ed entrate in vigore già da questa mattina, impongono a tutti noi misure ancora più restrittive per contrastare la diffusione del virus Covid-19, evitare il proliferare dei contagi e porre fine, il più rapidamente possibile, a una fase emergenziale senza precedenti.

Pur comprendendo le continue difficoltà a cui, in qualità di massima autorità cittadina, stai facendo fronte in questi giorni, per gestire nel modo più opportuno e responsabile la quotidianità del tuo paese, ti esorto a considerare, proprio per queste ragioni, la delicatezza e l’importanza che rivesti nel tuo ruolo di primo cittadino. Come ho già avuto modo di sottolineare in altre occasioni, sono gli amministratori, i sindaci di piccoli e grandi comuni ad essere i primi e più sensibili interpreti delle esigenze e dei problemi della comunità; sono coloro che affrontano, in prima linea e troppo spesso senza adeguati supporti economici e legislativi, le emergenze che possono generarsi.

Quella sanitaria che tutto il mondo, l’Italia e il nostro territorio sta attraversando ora ci deve, ancora di più, convincere della necessità di fare squadra, di camminare insieme e collaborare per uscirne il più indenni possibili.

È per questo che, senza volermi in alcun modo sostituire a quelle istituzioni che in queste circostanze sono le uniche deputate a gestire l’emergenza in atto  - raccomandazione che ho già rivolto a tutta la classe politica - ti ribadisco la mia più sincera vicinanza, confermandoti la piena e totale collaborazione per quanto di mia competenza.

In qualità di presidente della Provincia ho già adottato, nei giorni scorsi, un decreto con precise disposizioni sulle nuove modalità del ‘lavoro agile’, l’utilizzo di piattaforme telematiche per la didattica a distanza nelle scuole e tutte le misure necessarie per adeguare l’attività amministrativa alle prescrizioni fornite dal Governo. Sono, inoltre, in programma ulteriori azioni per garantire la salute e la sicurezza dei nostri cittadini, sempre nell’ambito di competenza di questo Ente, come, ad esempio, la sanificazione delle scuole superiori prima della riapertura delle strutture e del rientro degli studenti.  

Come te, anche io, oltre ad essere il presidente della Provincia di Frosinone, sono un Sindaco e comprendo bene cosa significhi svolgere questo ruolo in tale momento: ma noi, prima di tutti, dobbiamo essere punto di riferimento, esempio di comportamento virtuoso e responsabile, nella totale convinzione che solo osservando le regole, rispettando e facendo rispettare le leggi possiamo uscire tutti insieme da questo periodo così buio e incerto.

Confermandoti la disponibilità mia e degli uffici dell’Amministrazione provinciale per qualsiasi necessità e supporto tecnico-amministrativo,  ti rinnovo la mia stima per il tuo lavoro quotidiano e la convinzione che la Provincia, nella sua funzione primaria di ‘Casa dei comuni’, possa e debba fungere da punto di riferimento per tutte le esigenze che possono essere gestite dall’ente che mi onoro di presiedere.

Sono fiducioso che tutti insieme, con la consueta responsabilità e l’abnegazione che ciascuno di noi dimostra di avere nei confronti della propria comunità, riusciremo a gestire questa emergenza e a trasmettere tranquillità e sicurezza ai nostri concittadini. 

Ti saluto caramente e ti auguro buon lavoro. 

Antonio Pompeo

 

Frosinone 10 marzo 2020  

 

   







  © Copyright Provincia di Frosinone - P.zza A. Gramsci, 13 - 03100 Frosinone - tel. 0775.2191                                                      web engineering Real Virtual
   Sito ottimizzato per 1024x768                                                                                                                                                           Visitatori:997053